Giovedi 23 Aprile è stata rilasciata una nota con la quale la Direzione Tecnica ARPAE ha voluto fornire ulteriori chiarimenti in merito alla compilazione della dichiarazione E-PRTR richiesto dal DPR 157/2011, entro il 30 Aprile, per gli allevamenti in AIA che hanno superato l’anno precedente determinati quantitativi di emissione di ammoniaca o di altre sostanze inquinanti, anche a seguito dell’entrata in funzione del modello “BAT-tool“ per la stima delle emissioni di ammoniaca dagli allevamenti intensivi, elaborato nell’ambito del progetto europeo PREPAIR e utilizzato come riferimento da ARPAE per le valutazioni nelle istruttorie AIA.

Innanzitutto viene evidenziato che per la compilazione delle dichiarazioni E-PRTR relative agli allevamenti, nelle istruzioni di compilazione viene fatto riferimento come strumento di calcolo delle emissioni al BAT-tool. Il BAT-tool comprende anche una funzione che, attraverso un apposito “alert”, segnala se le emissioni stimate superano le soglie previste per la dichiarazione EPRTR. Ai fini del calcolo delle emissioni per la dichiarazione E-PRTR viene chiarito nella nota di ISPRA che sono da ricomprendere i contributi relativi alle seguenti fasi nella gestione dei capi: stabulazione, stoccaggio e spandimento liquami/letame sul sito dell’allevamento come identificato dalle coordinate geografiche riportate nella dichiarazione. Non sono quindi da ricomprendere le emissioni generate dai reflui che vengono gestiti fuori dal sito dell’allevamento. Da ultimo viene rilevato che l’art. 4 del DPR 157/2011 prevede che il gestore può, entro il 30 giugno, modificare o integrare la comunicazione inviata entro il 30 aprile; in caso di impossibilità, legata alle misure restrittive adottate per contrastare  l’emergenza sanitaria da Covid-19, a reperire tutti i dati necessari, il gestore potrà inviare una delle comunicazioni EPRTR inviate negli anni precedenti, ed integrare successivamente la comunicazione, o utilizzare in via provvisoria la comunicazione eventualmente elaborata per il riesame dell’AIA, integrandone i contenuti con i dati reali rilevati non appena ciò sia possibile.

Maggiori informazioni nella nota collegata al seguente link:

nota-eprtr-2020

24 aprile 2020

Pubblicato In: News